I musicisti

ELENA SPOTTI

Elena SpottiHa studiato presso la Civica Scuola di Musica sotto la guida di Luciana Chierici.Nel 1987 si è diplomata a pieni voti in arpa moderna presso il Conservatorio G.Rossini di Pesaro. Nel 2006 ha conseguito il diploma di arpa Barocca sotto la guida della Prof.ssa Mara Galassi con cui si è anche perfezionata in arpa a crochet settecentesca.. Nel 1989 ha vinto il 3° premio al concorso internazionale U.F.A.M. di Parigi nella categoria honorem. Nel 1992 ha vinto il concorso internazionale per il ruolo di arpa nell’Orchestra Giovanile Europea G. Mahler con cui ha svolto diverse tournée sotto la direzione di Claudio Abbado. Nel 1989 ha partecipato al Cantiere internazionale d’arte di Montepulciano. Ha collaborato con differenti orchestre tra cui la RAI di Milano, I Pomeriggi Musicali di Milano, la R.T.S.I. di Lugano, il Maggio Fiorentino, la Fenice di Venezia, l’Orchestra del Principado d’Asturia, l’orchestra delle Baleari, l’orchestra del Teatro Regio di Torino, l’orchestra del Teatro Bellini di Catania. Dal 1996 è prima arpa dell’orchestra del Teatro Coccia di Novara. Sempre come prima arpa, ha suonato con L’Orchestra del Principato delle Asturie esibendosi al Festival di Lorient, la più grande manifestazione celtica d’Europa. Nell’ambito della sua attività  si è esibita sia in Italia sia in Francia, Austria, Slovacchia, Ungheria, Spagna, Svizzera, Inghilterra, Germania e Norvegia. Ha all’attivo numerose incisioni discografiche sia nell’ambito della musica antica sia in quello della musica contemporanea (collaborando per anni con l’ensemble “Sentieri Selvaggi”). Dal 2005 collabora con l’attrice Valentina Cortese e Roberto Gini nello spettacolo “Magnificat”.
Nel 2008  partecipa al tour inglese tenuto dalla famosa soprano Cecilia Bartoli  nel recital dedicato alla nota cantante Maria Malibran. Nel 2010 si è esibita in tournée in Austria e in Norvegia. Si esibisce stabilmente con prestigiosi solisti ed ensemble di musica antica come Mara Galassi, Roberto Gini, Valentina Cortese, “la Cappella dei Turchini” di Napoli, l’Attaignant Consort, La Venexiana, e la Kammerorchesterbasel.

FABIO RINAUDO

Fabio RinaudoDa più di venticinque anni è attento studioso ed interprete delle Uilleann Pipes, la cornamusa irlandese. Nel 1982 fonda la formazione Birkin Tree, una delle band di musica irlandese più famose in Europa con la  quale ha tenuto più di millecinquecento concerti in tutta Italia ed Europa (Germania, Svizzera, Spagna, Francia ed Irlanda). Negli anni 1997, 1998, 2000 e 2005 la band ha partecipato a diversi festival in Irlanda e l’esibizione tenuta all’Harcourt Hotel di Dublino è stata registrata e trasmessa dalla Radio Nazionale Irlandese RTE. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche su diverse reti di importanza nazionale (RAI 1, RAI 3 ,TMC, TELE + 3, Radio 2 RAI, Radio Nazionale Svizzera, Radio Kerry, Radio Clare, Radio Nazionale Irlandese e Radio Popolare.). Con i Birkin Tree incide quattro album: Continental Reel” (1995), “A Cheap Present”(1998), “3Three” (2001) e “Virginia” (2010), riscuotendo ampi consensi dal pubblico e dalla stampa specializzata italiana, europea ed americana. Alcune sue composizioni presenti negli album sono state incise da musicisti irlandesi ed americani. Negli anni si è esibito con grandissimi artisti irlandesi come  il duo Martin Hayes & Dennis Cahill, il piper Liam O’Flynn, i cantanti  Niamh Parsons e Cyril O ‘ Donoghue le arpiste Grainne Hambly e Laurie Rasmussen  , il chitarrista Arty McGlinn ,il concertinista  Tony O’ Connell , gli organettisti Murty Ryan e Derek Hickey e i  violinisti Tola Custy,Michael Queally , Michelle O ‘ Brien e Nollag Casey. .Nel 2008 partecipa come ospite alla tournée Italiana dei Chieftains  esibendosi, tra l’altro, al famoso Ravenna Festival. Nel 2009 con la formazione Birkin Tree  ha aperto  lo spettacolo della famosa band irlandese dei Chieftains a Savona  come gruppo di supporto. Oltre alla musica irlandese, la sua attenzione si rivolge anche allo studio della musica tradizionale nord italiana, del centro Francia ed alla musica antica. Si dedica con particolare passione allo studio della cornamusa del centro Francia: la Musettebourbonnaise. Nell’ambito della tradizione Nord italiana collabora intensamente con Maurizio Martinotti, esibendosi all’interno di diverse formazioni come La Ciapa Rusa, Ruchè ed Armugnach. Inoltre, per undici anni, è membro dell’Ensemble del Doppio Bordone, con il quale svolge un’intensa attività concertistica tenendo centinaia di  concerti in  Italia, Inghilterra, Scozia, Germania, Austria, Belgio, Olanda, Svizzera e Spagna. Incide per la BBC inglese, scozzese e gallese, la WDR tedesca, la Radio Televisione Svizzera, RAI Radio 1, la Radio Televisione Belga e Tele Segovia (Spagna). Realizza inoltre due CD “Gesu’ Bambin le nato” (New Tone/CGD) e “La notte di Natale” ( Ethnosuoni /Robi Droli ). Ultimamente ha fondato il quintetto Liguriani,gruppo che si dedica alla riproposta della musica e dei canti legati alla tradizione Ligure. In questi anni la formazione ha tenuto numerosi concerti e si esibisce con  l’attore di teatro e di televisione Mauro Pirovano (Premio Govi 2008) in diversi spettacoli di teatro di narrazione. Inoltre collabora con la nota formazione di musica antica “Ensemble Micrologus”, con la quale partecipa ad importanti festival di musica antica in tutta Italia.
Da ricordare infine l’esibizione come solista insieme all’Orchestra del Conservatorio Paganini di Genova presso il Teatro Carlo Felice eseguendo alcuni lavori del compositore scozzese P. Maxwell Davis. Ha all’attivo, in generale, più di cinquanta lavori discografici riguardanti la musica tradizionale, la musica antica e la musica leggera. Ha partecipato più volte anche in trasmissioni televisive sulle reti Rai e Mediaset, con musicisti quali  Angelo Branduardi(Festival Bar), Riccardo Cocciante (Torino Centenario FIAT), Massimo BubolaGiorgio ConteVincenzo Zitello e Roberto Cacciapaglia.

MICHEL BALATTI

Michel BalattiSi è diplomato in flauto con il massimo dei voti presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova.E’ stato vincitore di concorsi solistici e di musica da camera e si è più volte esibito in qualità di solista con orchestra. Nel 1998, dopo aver assistito ad un concerto della band Birkin Tree, inizia ad interessarsi e a studiare con serietà e sincera passione la musica tradizionale irlandese ed il flauto conico a sistema semplice. Dal 2001 viene chiamato a far parte dei Birkin Tree, formazione con cui negli ultimi anni si è esibito in numerosissimi concerti in Italia e all’estero e con cui ha anche collaborato all’incisione del cd 3(three). Nel 2003 si trasferisce in Irlanda, ad Ennis, per ul lungo periodo di studi musicali. Qui inizia un nuovo e ancor più profondo periodo di studio,in cui si avvale dei preziosi consigli del flautista John Rynne (che ha influenzato fortemente la formazione del suo stile flautistico e la sua visione e comprensione della musica tradizionale) ed ha la possibilità di suonare e confrontarsi con alcuni dei più importanti musicisti irlandesi.Tra di loro hanno avuto un importante ruolo i flautisti Kevin Ryan e John Kelly, gli accordeonisti Sean Vaughan e Colm Healy, la violinista Tara Connaghan ed il piper Mick Coyne. Nell’ultimo periodo di soggiorno in Irlanda riesce ad inserirsi e a partecipare in modo attivo alla vita musicale, suonando non solo nelle session, ma anche in concerti e ceili’s. Nel maggio 2004,di ritorno in Italia, viene chiamato a collaborare con l’organettista e compositore Filippo Gambetta nel cui gruppo si esibisce in una lunga tournée del Canada, partecipando così ad alcuni dei più grandi ed importanti folk festival a livello mondiale (Vancouver Folk Festival, Edmonton Folk Festival e altri) e registrando concerti dal vivo per la CBC (Radio Nazionale Canadese). Assieme ai Birkin Tree si è esibito in concerto con alcuni tra i più importanti musicisti irlandese della scena attuale come ad esempio Martin Hayes, Dennis Cahill, Niamh Parsons ed i Chieftains. Ultimamente ha fondato il quintetto Liguriani, gruppo che si dedica alla riproposta della musica e dei canti legati alla tradizione Ligure. In questi anni la formazione ha tenuto numerosi concerti in Italia e all’estero.

FABIO BIALE

Fabio BialeIntraprende lo studio del violino all’età di sei anni frequentando il Conservatorio “Niccolo’ Paganini “ di Genova ed entrando a far parte, in breve tempo, dell’Orchestra Giovanile che gli permetterà di esibirsi in Italia ed all’estero.
Ha collaborato attivamente con la “Camerata delli Musici Savonensi” avvicinandosi alla musica antica e barocca. Ha frequentato i corsi del CPM “Centro Professione Musica” di Milano. Da diversi anni si dedica con successo allo studio della musica tradizionale norditaliana e allo swing manouche entrando a far parte di diversi gruppi (Amici di Django Reinhardt,Luf,). È cantante e violiista del gruppo i Liguriani, con cui ha registrato un cd (Suoni dai Mondi Liguri, Felmay 2011) che ha ottenuto lusinghieri consensi da parte della critica internazionale. Con i Liguriani si è esibito in Italia, Svizzera, Germania, Regno Unito, Spagna e Belgio. Per oltre oltre dieci anni ha fatto parte del gruppo Zibba e Almalibre con cui ha inciso tre cd, si è esibito in tutta Italia e ha ottenuto lusinghieri consensi da parte della critica, tra cui il Premio Tenco come miglior album 2012 (Come il suono dei passi sulla neve). Nel 2012 ha pubblicato il suo primo disco solista dal titolo “La sostenibile essenza della leggera”. Dal 2011 collabora con la formazioni Birkin Tree e Caledonian Companion.